Guida alla grafica #2: font

Helveticahelveticahelveticahelvetica... ;)

...e invece no!

 

Eccoci alla seconda, ritarfdataria puntata delle mie piccole guide alla grafica sul web.

Oggi parliamo dei font, che spesso, soprattutto sui siti Jimdo, sono usati malissimo...

 

Il trend del momento vuole questo maledetto Helvetica Neue light, che tanto assomiglia al font di iOS7, ma che secondo me è usato fin troppo. Ci sono una marea di font carini sul web, ma bisogna fare attenzione a come si possono usare.


1. Titoli

I titoli, soprattutto quelli più grandi (i "Titoli 1" di Jimdo, per intenderci), lasciano una grande scelta. Si può andare da un font simile alla scrittura a mano a un font chiaro e leggero come quelli di questo sito. Per quanto riguarda le dimensioni, queste sono delle buone idee:

  • Titolo 1: dai 25 ai 35 px (a patto che non usiate titoli di lunghezza infinita);
  • Titolo 2: dai 20 ai 25 px;
  • Tiolo 3: dai 17 ai 22 px.

Questi sono invece buone scelte per il font del titolo. Qui ci sono quelli più famosi, ma la gamma è amplissima!





2. Testo

No categorioco ai testi illeggibili in caratteri che simulano la grafia manuale, come Shadows Into Light, ma via libera agli stili con o senza grazie, come gli arcinoti Arial, Times New Roman, ma anche questi più "nuovi":


Ci sono una montagna di font belli e adatti al corpo di una pagina web: basta un minimo di logica per non usare font illeggibili per i testi e font fuori luogo per i titoli. In un sito web usate al massimo due (o se proprio proprio non potete farne a meno tre) font per non creare confusione. 

 

Alla prossima!